• #STORIEALCHECKIN

Cosa fare in Maremma in camper

Cosa fare in un weekend in Maremma ? Abbiamo sperimentato subito col nostro primo fine settimana in camper!

Finalmente il nostro primo vero weekend in camper! Siamo partiti venerdì per tornare lunedì mattina e... abbiamo avuto solo qualche ora di sole. Ma non ci siamo scoraggiati: destinazione Maremma, il cuore di una Toscana ancora poco conosciuta, ancora incontaminata, dal sapore un po' "wild", terra dei butteri e delle spiagge libere tra dune e pinete immense.


IL PERIODO MIGLIORE PER VISITARE LA MAREMMA


Mi sento di consigliare vivamente la primavera! E' il periodo ideale per godersi il primo solicino su spiagge non affollate, per trovare piazzole libere nelle aree di sosta adibite ai camper e soprattutto per affrontare trekking e passeggiate in bici senza affanno.


DOVE SOSTARE COL CAMPER IN MAREMMA


E' stata la nostra prima esperienza di sosta libera, quella in Maremma. Siamo arrivati che era già buio ma senza alcun problema siamo riusciti a trovare la sistemazione ideale per il nostro camper. Sulla strada provinciale della Giannella ci sono almeno un paio di aree per la sosta ed innumerevoli campeggi (che però, causa Covid non erano ancora aperti!).






Il giorno seguente invece, per avvicinarci al parco regionale della Maremma ci siamo fermati all'Alberese Camper Park, propri di fronte all'ingresso del parco. Una soluzione comoda e pratica per partire alla scoperta delle oasi naturali circostanti. Il costo giornaliero è di 15 euro.


SOGGIORNO TERMALE IN MAREMMA


Siamo partiti con l'idea di un viaggio lento, senza frenesie e senza la smania di dover a tutti i costi vedere tutto. Sono tante le cose che si possono fare in Maremma, un territorio vasto che non può essere visitato in una volta sola. Ricorda un po' la Camargue francese: cavalli in libertà, mucche al pascolo, e tutte le sfumature del verde.


Se ti piacciono i soggiorni termali non puoi non visitare le terme di Saturnia. Meglio conosciute come le cascate del mulino, sono terme a cielo aperto prese d'assalto in estate e godibili al massimo nei periodi di bassa stagione. Sono aperte tutto l'anno e ad accesso libero e gratuito. Il tramonto è l'ora perfetta per scattare foto suggestive. Sono tante in Maremma le strutture dotate di un centro termale ma le cascate del mulino sono sicuramente un'esperienza da vivere! Noi però, stavolta abbiamo optato per un weekend naturalistico.


WEEKEND NATURALISTICO IN MAREMMA: VISITARE ALBERESE


Che tu sia un amante delle camminate o della mountain bike, Alberese è sicuramente il paradiso che stavi cercando. Il parco naturale della Maremma è un'area protetta che si può visitare a piedi, in bici, in canoa, a cavallo, in carrozze e perfino in notturna.


La prima cosa da fare è raggiungere la biglietteria e farsi illustrare le possibilità, i percorsi, i trekking con i relativi livelli di difficoltà. Avendo poco più di due ore a disposizione noi abbiamo optato per il noleggio bici che si trova di fianco al Centro Visite Alberese.


Il percorso per raggiungere la spiaggia di Marina di Alberese è gratuito ma pagando il biglietto d'ingresso al parco (10 euro) si possono effettuare diversi itinerari. Noi, di ritorno dalla spiaggia, abbiamo deviato per il percorso ciclabile di Pinastrellaia. Immerso nella pineta e profumatissimo si percorre senza difficoltà.

L'itinerario può proseguire fino alla spiaggia di Collelungo.






VISITARE I BORGHI DELLA MAREMMA


I più famosi sono sicuramente Pitigliano (detta la piccola Gerusalemme toscana), Sorano e Sovana. Anche Capalbio, Massa Marittima, Castiglione della Pescaia e Porto Ercole sono tra i più noti e noi, per non spingerci troppo in là, abbiamo percorso in camper la strada panoramica che conduce a Porto Santo Stefano, una vera chicca, per poi proseguire verso Porto Ercole. La costa d'argento regala scorci unici.





Prima però abbiamo deviato per il Convento dei Padri Passionisti, sempre nel Comune di Monte Argentario, per una sosta fotografica ed una bellissima panoramica dall'alto della laguna di Orbetello (da non perdere il suo scenografico mulino spagnolo!)


Se hai tempo, merita sicuramente lanciarsi alla scoperta dei borghi meno turistici come Montemerano, Rocchette di Fazio e Giuncarico. A Porto Ercole abbiamo fatto un pit stop veloce per il pranzo (consigliatissimo il Sandwich Club!) e per perderci nei vicoli alla scoperta del percorso del Caravaggio.


DA NON PERDERE IN MAREMMA


1) La Feniglia (Riserva Naturale Duna Feniglia), merita sicuramente una visita! Da Porto Ercole la strada sterrata può essere percorsa a piedi o in bici (ci sono anche diversi campeggi e parcheggi per i camper). Attraversata la pineta che costeggia il mare, si spalancherà davanti ai tuoi occhi uno scenario pazzesco!


2) IL GIARDINO DEI TAROCCHI


Prenotabile online sul sito web (12 euro il costo del biglietto + 2 di prevendita), questo giardino è una piccola Barcellona nel cuore della Maremma. Un po' di Gaudì in Toscana. Un gioiello conosciuto da pochi, immerso nella campagne di Capalbio è un sogno ad occhi aperti. Giochi di specchi, di colori, metafore e meditazione: visitare il giardino è un'esperienza immersiva straordinaria.




Nato su progetto di Niki de Saint Phalle, è cosparso di opere ispirate alle carte dei tarocchi, opere che lasciano senza fiato e che possono essere comprese anche grazie all'aiuto della mappa interattiva.


Allo shop abbiamo acquistato il catalogo che racconta la visione, l'ambizione, il sogno della fondatrice di questa meraviglia. Una storia che vale davvero la pena conoscere!


Abbiamo visitato il parco con la pioggia: sotto il sole deve essere ancora più scintillante.


DOVE MANGIARE AD ALBERESE


Prepara la forchetta! La cucina maremmana è una delle esperienze che non vanno trascurate. Ovunque capiti mangi bene! Noi ci sentiamo di consigliare il ristorante in cui abbiamo cenato per due sere consecutive, a due passi dall'Alberese Camper Park. E' il ristorante pizzeria La Scafarda: ottime pizze, ottima carne e soprattutto...ottimi dolci! Il tutto ad un prezzo onesto (la pizza l'abbiamo presa da asporto per consumarla nel nostro camper).