top of page
  • #STORIEALCHECKIN

Tra Lazio e Toscana: una notte in Glamping, stelle e borghi sconosciuti

Hai mai dormito in un Bubble Glamping? Per me quella sul Lago di Bolsena è stata la prima volta e sicuramente…non sarà l’ultima! Ho sempre nutrito curiosità verso il mondo del camping di lusso; avendo avuto diverse esperienze in camper ed in roulotte non potevo non sperimentare la nuova frontiera del turismo en plein air. E così mi sono fermata una notte di ritorno da un mini tour alla scoperta della Riviera di Ulisse. Il cielo della Tuscia non è mai stato così bello. Dormire in una bolla trasparente significa vivere un sogno, non riuscirai a smettere di startene sdraiata a contemplare la volta stellata col naso all’insù, un’esperienza davvero romantica.

Il progetto delle Perseidi è speciale! Un terreno con vista sul lago, trasformato in una vera e propria galassia distante anni luce dalla vita frenetica e caotica di tutti i giorni. I due fratelli che hanno avuto questa incredibile intuizione, hanno unito la passione per la natura con il desiderio di far vivere agli ospiti un’esperienza in totale immersione con la natura e con il cielo. Il glamping non poteva che essere inaugurato nella notte di San Lorenzo; era il 2021 e oggi le Perseidi (nome scientifico delle stelle cadenti che possiamo osservare proprio la notte del 10 agosto) è visitato dai travel influencer più quotati di Italia. Difficile trovare disponibilità, io ho avuto la fortuna di prenotare nella Bubble Venus. Ogni bolla è ispirata ad un pianeta; ci sono Mercurio, Marte, il Sole e la Luna. Tutte con vista lago e dotate di minipiscina idromassaggio riscaldata ad uso privato. 





Il meteo non è stato clemente, ma anche con la pioggia la magia non si è spenta. Dopo aver goduto del panorama dall’idromassaggio abbiamo preso confidenza con la nostra bolla ed è stato surreale. Divertente. Come degli astronauti lanciati nello spazio abbiamo seguito tutte le indicazioni fornite da Emiliano, che è stato un ottimo padrone di casa. All’interno della bolla (con bagno e doccia in totale privacy) troverai accappatoio e mascherina, fondamentale per riuscire a dormire anche quando sorge il sole al mattino. L’alba, comunque, è splendida vista da là. 


L’imperativo è staccare. Staccare da tutto e chiudersi nella bolla dove il tempo si ferma. Una notte basterà a lasciare un ricordo indelebile. 


LA COLAZIONE è stata una vera sorpresa: un cestino da pic nic da poter consumare all’esterno della bubble prima di fare il bagaglio e salutare con un pizzico di malinconia questo posto splendido. 





UN CONSIGLIO PER LA CENA? Se ti trovi a San Lorenzo Nuovo (dove è il glamping) non puoi non fermarti alla trattoria griglieria Lo Spuntino: a soli cinque minuti dalle Perseidi, è la vecchia osteria di una volta dove tutto è cucinato amorevolmente dalla proprietaria, il menù offre un’ampia scelta di piatti della tradizione, la cucina è rustica e i prezzi ottimi. Ha fatto tappa qui anche Bruno Barbieri, durante una puntata di Quattro Hotel. E ne è rimasto comprensibilmente stregato, tanto da volerci portare a cena tutto il suo staff!





Per il pranzo invece, ad una mezz’ora dalle Perseidi si raggiunge Celle sul Rigo, uno dei borghi più autentici della provincia senese. Siamo a San Casciano dei Bagni e la frazione di Celle (che non è tra i borghi più conosciuti) è famosa per la sagra dei pici che si svolge ogni anno a fine maggio e che ha una tradizione lunga 50 anni: tutte le donne del paese si mettono ad “appiciare” con orgoglio in quella che è la festa più importante dell’anno, utile a sostenere la filarmonica del paese.  Si tratta di uno degli eventi enogastronomici più partecipati della Valdichiana Senese, occasione per visitare il borgo, ultimo baluardo toscano prima di entrare in territorio laziale. 

Dai primi anni del secolo, una frana sta erodendo il paese, portando via tutte le abitazioni a sud-ovest della piazza principale. Fare un giro per questo paesino rimette in pace l'anima.



E se capiti a Celle per una visita in altri periodi dell’anno? C’è la tappa obbligata alla Trattoria la Pace dove la bontà dei pici si tocca con mano e dove, dalla terrazza, si può godere di un panorama pazzesco. Pici con vista sulla rocca di Radicofani. 




Nel centro storico del borgo medievale, questa trattoria dal 1963, offre i piatti e i sapori della tradizione locale: tutto rigorosamente fatto a mano. Occorre prenotare, mi raccomando!



Commentaires


bottom of page