• #STORIEALCHECKIN

Metti una sera a teatro:Torre del Lago Puccini

L'Opera sul lago di Massaciuccoli, un'esperienza tutta da vivere


Una delle cose che più amo della Toscana è che, anche se esci a fare due passi vivi un'esperienza. Che sia mare, montagna, lago, borgo o città.

E ieri sera, un'uscita insolita con le amiche che non vedevo da un po’, si è trasformata nella scoperta di un posticino che non posso far altro che condividere e raccontare: Torre del Lago Puccini, detta anche semplicemente Torre del Lago.

L’idea era di andare a teatro. E che teatro! Una sera all’Opera per assistere alla Tosca, nell’ambito della stagione lirica promossa dalla Fondazione Festival Puccini, giunta quest’anno alla 66esima edizione.

So a cosa stai pensando: non sei tipo da teatro, la lirica non fa per te, non ti senti a tuo agio tra uomini incravattati e signore imbellettate. Ti assicuro, invece, che questa è un'esperienza da vivere almeno una volta nella vita!


Per una sera, quindi, ho indossato l’abito più elegante e passeggiato lungo il lago scattando foto davvero suggestive. Ho giocato a fare la “dama di altri tempi” in un contesto magico, arricchito da carretti per il gelato, chioschetti per il vino, da ottimi ristorantini con vista dove trascorrere una piacevole pre serata in attesa dello spettacolo. E ovviamente sono andata a caccia di storie da condividere.


E’ stato come entrare nel dipinto impressionista di una Parigi di fine ‘800, in piena atmosfera Belle Epoque: con dame ben vestite a passeggiare lungo il lago, riflessi sullo specchio d’acqua al tramonto, pennellate di colore. Tutto molto romantico, impreziosito dalle sfumature dell’arancio e del blu, del cielo e del lago.

LE CURIOSITA' DI TORRE DEL LAGO-PUCCINI


Ma veniamo alle curiosità sulla località di Torre del Lago, frazione di Viareggio conosciuta solitamente per spiagge assolate, pinete dove cercar refrigerio, il lago di Massaciuccoli che infonde pace e tranquillità e, come detto, per la sorprendente stagione lirica che ogni anno accende i riflettori su una meta non troppo frequentata che diventa protagonista indiscussa delle estati italiane (il festival musicale è uno degli appuntamenti con la lirica più importanti del Paese).


La località è anche la location scelta per le vicende del libro "Cold" di John Edmund Gardner. Il protagonista è l'agente segreto James Bond!

Torre del Lago, la mia generazione la conosce per una cosa sola: il mitico Mamamia.

La discoteca più trasgressiva del litorale, un locale molto frequentato specialmente nel periodo estivo (non sei toscano davvero se non ci sei andato almeno una volta nella vita!).

E invece, c’è di più.


LA CASA DI GIACOMO PUCCINI A TORRE DEL LAGO


Torre del Lago, in provincia di Lucca, è famosa per essere stata casa del compositore italiano Giacomo Puccini per ben trant’anni. Proprio qui, nella sua residenza davanti al lago, trasse ispirazione per le sue opere maggiori, tra cui la Tosca (1900), Madama Butterfly (1904), La Fanciulla del West (1910), La Rondine (1917) e Il Trittico (1918).

E’ così che nel 1938 al nome originario di Torre del Lago (ispirato alla torre che nel XV-XVI secolo sorgeva sul lago di Massaciuccoli) venne aggiunto quello di Puccini.

Sul belvedere del lago sorge la residenza del compositore, Villa Puccini, che ospita anche la tomba. La casa museo, gestita per anni dalla nipote del maestro, è visitabile ed è meta di turisti ed appassionati di lirica provenienti da tutto il mondo.



COSA VEDERE A TORRE DEL LAGO PUCCINI


A poca distanza dalla casa, si erge l’imponente Gran Teatro all’aperto sul lago, che ospita ogni anno i nomi più illustri della lirica mondiale.


Nel centro storico sono già visibili diverse case in architettura liberty, ma gli edifici più maestosi si trovano nel centro di Viareggio.

Attraversando la lunga strada alberata di Viale dei Tigli si comincia ad esplorare la cittadina: il viale conduce dritto al cuore del centro storico dove ci si può concedere una sosta sotto la fresca ombra della pineta dei Borbone.


Da non perdere la Chiesa di San Giuseppe dove si svolsero i solenni funerali di Puccini.


Altra attività interessante è l'escursione al Lago di Massaciuccoli e all’interno del Parco Naturale di Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli, area protetta dal W.W.F. Un must per gli amanti del birdwatching.



FRASE


"Chi vuol esser lieto, sia:

di doman non c'è certezza".


Ti sfido a scovare questa frase di Lorenzo De' Medici nascosta tra gli edifici affacciati sul lago.

#VALEILVIAGGIO


Se sei appassionato, puoi ripercorrere i luoghi pucciniani approfittando di un mini tour tutto toscano all'insegna dell'arte, della cultura e della natura!

Torre del Lago è una vera chicca, un set particolare che ha reso una serata come tante, un'esperienza indimenticabile. Consigliatissima la lirica se vuoi aggiungere al giro turistico un'emozione inusuale come quella della sera a teatro. Con vista mozzafiato!


LOST AND FOUND


Prendo: l'occasione affascinante di sfoggiare il vestito migliore del guardaroba per immergermi nell'atmosfera sognante dei quadri di Monet.

Lascio: la scelta delle scarpe. Dal parcheggio in cui si lascia l'auto al teatro non c'è molta strada da percorrere, ma con un bel paio di sandali (e il tacco in borsa) è decisamente meglio!

BUGIARDINO DEL VIAGGIATORE


AVVERTENZE: è importante sapere che...

... la scoperta dell'Opera è per tutti. Lo dico per esperienza. Conviene davvero superare il pregiudizio che sia "roba da elite". E non c'è niente di più bello che scoprire località nuove assecondando la "scusa" del teatro. C'è l'Aida all'Arena di Verona, andiamo? Ecco, occasione ghiotta per godere di un viaggio nel viaggio: quello nell'opera e quello in città.


ADATTA A CHI: è in cerca di stimoli continui, anche e soprattutto culturali. Non c'è bisogno di prendersi troppo sul serio per godere di una serata elegante e raffinata, in un contesto da sogno, stretti in un abito pazzesco! Basta aprire la mente, seguire quel che succede sul palco e intorno a noi con curiosità. A piccole dosi, scena dopo scena, aria dopo aria, l'incanto si farà realtà.


NON ADATTA A CHI: pensa che regalarsi piccole esperienze che si trasformano in grandi gioie quotidiane, non abbia un senso. Magari non ci tornerai mai più. Magari una dose di lirica ti è bastata, magari sei per le "novità a piccole dosi". L'emozione di una serata a teatro con le amiche alla scoperta di un luogo ricco di storie, aneddoti e curiosità, è stata per me una "bustina di spensieratezza". Diluita in un bicchier di musica classica.


EFFETTI IN(DESIDERATI):


Difficile tornare alla realtà. Affacciata sul lago ti immergi in un'atmosfera di altri tempi. Seduta in poltrona, godendo dell'Opera ti fai risucchiare da storie d'amore, tragedie struggenti e intense. Ti senti la protagonista prima di un quadro, poi di un libro. E poi, torni, pian piano, alla tua realtà.

INTERAZIONI:


Già che sei a Torre del Lago, non puoi esimerti dal visitare la rinomata località balneare di Viareggio, la blasonata Forte dei Marmi, sullo sfondo delle Alpi Apuane, meta del turismo del lusso e Pietrasanta, un museo a cielo aperto, approdo di artisti e scultori internazionali! Ce n'è davvero per tutti i gusti.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.